Tuesday, 24 November 2009

CIAO CIAO ITALIA

quadretto dell'Italia pre-natalizia:

-sfascio del sistema giudiziario per salvare il premier
-ministri che vogliono abolire la pausa pranzo
-"white christmas" feste di natale per cacciare gli immigrati
-ministri che invitano scrittori a non prendere posizione contro berlusconi (e la libertà d'opinione!?!)
-ex-capi dello stato (Ciampi, Scalfaro) scrivono preoccupati per la democrazia in Italia
-telegiornali che non ne parlano (e la libertà di stampa!?!)
-pentiti che indicano Berlusconi e Dell'Utri come mandanti delle stragi di Borsellino e Falcone
-magistrati invitati a non entrare nel dibattito politico sulla distruzione della giustizia (!!?!?)
-Fini che dice "stronzo chi discrimina" la lega dice "stronzo anche chi non discrimina, se illude"
-transessuali assassinati perchè sapevano molto sui politici
-ragazzi uccisi dalla polizia sotto ai tribunali
-mafiosi che indicano il capo del senato come collaboratore di cosa nostra
-il parlamento che blocca le autorizzazioni a procedere alle indagini
-Il ministro della giustizia che afferma che l'Italia ha bisogno urgente della riforma della giustizia e poi dice che riguarda solo l'1% dei processi... ma allora a che serve?


ma nessuno
si scandalizza!


MA VOI CREDETE CHE QUESTO SIA NORMALE?
CREDETE CHE SUCCEDA IN TUTTI I PAESI DEL MONDO?

L'ITALIA SI CONSIDERA UNA DEMOCRAZIA DEL PRIMO MONDO MA E' UN CADAVERE SOCIALE CULTURALE POLITICO ECONOMICO IN PIENA DECOMPOSIZIONE.

l'Italia è persa. non è un problema di destra o di sinistra. è un problema di sistema, di società, di cultura, di mentalità!
DA TUTTO QUESTO NON NE PUO' VENIRE NIENTE DI BUONO...

CIAO CIAO ITALIA
...ci rivediamo all'inferno...

Guardate poi il paradosso di questa bandiera: associare, per esempio, il socialismo al Veneto è già un controsenso: il Veneto è iper-fascista. ormai è intuitivo. Non c'è soluzione.


vado in Spagna a far finire il 2009.
piccolo ritorno a Barcellona, passaggio per Murcia e poi si vedrà.
ciao ciao mia povera patria...

("alla mia nazione" di Pasolini)

4 comments:

Anonymous said...

celo chel fiol d un can che ga mexo che a marda in man a il leon de San Marco

stronso toco de merda mori
comunista !? brusate
w Di w Venetia

Massimo said...

resta pur anonimo se te ga paura adiritura de scriva el to nome.
can che'l sbaja no'l morseghéa!

marioaieie said...

Non vedo il controsenso nel leone di san marco con in mano la falce e il martello...

A parte qualche idiota anonimo che per qualche motivo odia i comunisti, l'indipendenza del veneto è una cosa apartitica che va oltre la destra e la sinistra.

Defire il veneto iper-fascista è segno di leggerezza di giudizio e di razzismo, poichè si generalizza a tutti i veneti il comportamento di alcuni...

Massimo said...

hai ragione mario.
la tua posizione mi piace, ma temo che sia un'illuminata minoranza chi la pensa come te.
il commento dell'anonimo prima di te mi conferma purtroppo i miei timori.
per il resto, é solo un blog, le generalizzazioni vanno inquadrate nell'ambito di una impressione personale, una analisi a grandi linee, niente di piu
chau